CALENDIMAGGIO 2016: CELEBRA LA FESTA DELLA PRIMAVERA AD ASSISI E SOGGIORNA ALLA STELLA


CALENDIMAGGIO 2016: CELEBRA LA FESTA DELLA PRIMAVERA AD ASSISI E SOGGIORNA ALLA STELLA

Anche quest’anno nel corso della prima settimana di maggio e – più precisamente – dal 4 a 7 maggio, ad Assisi va in scena il Calendimaggio,  festa che affonda le sue radici nel lontano Medioevo. La manifestazione trae ispirazione dai riti propiziatori pagani che celebravano il ritorno della primavera e il rinnovarsi del ciclo della vita; ripropone inoltre la tradizione delle “Canzoni di Maggio“, composizioni di poesie da ballo e canti, inno all’amore e al risveglio della natura dopo l’aspro periodo invernale. A far da sfondo a tutto ciò la rivalità tra i Nepis (Guelfi) e i Fiumi (Ghibellini),  le due fazioni che si contendevano il potere di Assisi tra il XIV e il XVI secolo. Il Calendimaggio è celebrato dai cittadini di Assisi con intensa partecipazione: tutto è incentrato sulla disfida cortese tra gli abitanti della zona alta e di quella bassa. La Nobilissima Parte de Sopra rivaleggia contro la Magnifica Parte de Sotto, attraverso la rappresentazione di scene medievali recitate, cortei in costume ed esibizioni musicali. Alla fine dei 4 giorni sarà una giuria, composta da uno storico, un musicologo e una personalità del mondo dello spettacolo a decretare la fazione che meglio ha magnificato la nascente Primavera. La nostra Locanda dista solamente 20 chilometri da Assisi e nei giorni del Calendimaggio, per un soggiorno minimo di due notti, offriamo la possibilità di pernottamento in camera doppia (con prima colazione) a EURO 145.00 anziché EURO 158.00.

 

Silvia, dopo i suoi magnifici uomini (Pietro e Giulio, 14 e 12 anni), ha due grandi passioni: la letteratura tedesca e la cucina. Dopo gli studi in germanistica ha rilevato insieme al marito Arek il ristorante di famiglia, trasformando il suo amore per la cucina in un’arte più che in un lavoro. Ciò grazie al connubio tra gli antichi saperi culinari umbri della madre Luisa e ricette e sperimentazioni attuali, che tengono sempre conto di due fattori: le produzioni del territorio e l’alta qualitá delle materie prime.